TEDx Padova 2017: Domani, Ora!

IMG_20170513_144945

13 Maggio 2017, un bel sabato soleggiato, una padovana porta a spasso un trevigiano per la città dei “Tre senza”: il Prato senza erba, il Santo senza nome e il caffè senza porte. Ma non staremo qui a dilungarci sulle bellezze della città di Padova, vi parleremo piuttosto di dove stavamo andando: al TEDxPadova, di cui siamo stati fieri Media Partner anche quest’anno!

TED, TEDx, TED Talks… TED è per caso una celebrity itinerante? Ma no! Si tratta di eventi di larghissima portata, ve ne avevamo già parlato qualche tempo fa, se siete curiosi potete approfondire la loro storia. Non è la prima volta che siamo stati a un evento TEDx in Veneto. Nel 2016, infatti, siamo stati al TEDx Padova: Let’s Play, poi al TEDx Vicenza, dove il tema era Play.Pause.Restart.,e infine anche al TEDx Castelfranco Veneto: Moving Minds. Insomma, una bella carrellata di ispirazione!

20170513_103711_HDR

Ma ora torniamo al nostro TEDxPadova. Qual era il tema di questa edizione? “Domani, Ora”. BOOM. Un titolo così lascia senz’altro modo di spaziare largamente. Entriamo nella sala, carichi di aspettative, le luci del Teatro Verdi si spengono. Sul palco, il licensee e host Carlo Pasqualetto attacca il discorso: “Noi siamo il nostro futuro. Noi che lo costruiamo, giorno dopo giorno, ora dopo ora.” Gli speaker che seguono vi lasceranno a bocca aperta. Curiosi? Ecco a voi ciò che ci ha lasciato questo TEDx Padova: Domani, Ora.

Si comincia!

A inaugurare il palco della 4° edizione del TEDxPadova c’era nientemeno che Giulio Mogol. Con le sue parole studiate, perfette nel loro susseguirsi, ci guida attraverso la sua riflessione del Domani, ora. Un discorso motivazionale che letteralmente dà la carica a tutta la platea, che resta in ascolto, silenziosa. Mogol spiega che ognuno di noi ha la possibilità di creare cose incredibili tramite automatismi. Questi automatismi sono esperienze incamerate nella nostra memoria a cui possiamo ricorrere senza fatica. Per esempio, andare in bicicletta o nuotare. Tutto questo si può conquistare passo dopo passo, raggiungendo la vetta. Non serve per forza essere un genio per ottenere risultati straordinari, basta applicarsi.  


Se cominciare la sessione di Talks ad un livello così elevato è stupefacente, lo è ancor di più rimanere con lo stesso entusiasmo per tutta la giornata! Certamente d’aiuto lo è stata Cortney McDermott, scrittrice e imprenditrice anglosassone, parlando dell’abilità fondamentale di sostenersi da sé, la SUSTAIN-ability. Per vedere nel futuro, nel domani, bisogna vedere chiaramente nel presente, nell’ora. In poche parole, bisogna partire da noi stessi, le nostre risorse di maggior valore. “You can use bits of time for bits of joy . There IS time. Even if we are busy we can find time for what really matters to us.” Arriviamo al Maestro Tetsugen Serra. Con la sua voce calma, pacata, cerca di entrare nei meandri della mente umana che definisce “talmente intasata di vecchie idee che non ce ne stanno di nuove”. Per avere una mente creativa, bisogna liberarla da queste idee passate. Bisogna quindi imparare a dimenticare, a svuotare la mente, per avere lo spazio figurativo per innovare. Inoltre l’innovazione è conseguenza dell’ispirazione, la quale “deriva dall’avere obiettivi molto ambiziosi”. Petra Ritter, invece, ci parla di come realmente si possano vedere i neuroni che chiacchierano tra loro grazie a Virtual Brain. Vedere come funziona la nostra mente sembra fantascienza, ma è già presente, è già ora.

Brunello Cucinelli, famoso stilista e imprenditore italiano famoso in tutto il mondo per la lavorazione del cashmere, si siede a un tavolo con una tovaglia a quadretti assieme all’host. Come se fossero due amici al bar, chiacchierando ci svela il segreto del suo successo: le persone e il loro lavoro. Nella sua azienda si è impegnato a riappropriarsi dei “bei valori dell’umanità” dedicando la giusta e necessaria attenzione alla componente umana. Con le sue parole, vere e genuine, ci ha portato indietro nel tempo, con riferimenti alla letteratura antica, religiosa e filosofica. Per andare sicuri nel Domani, bisogna, Ora, ritrovare la dignità morale ed economica nel lavoro.

 

Non solo umanisti

Il palco del TEDxPadova non appartiene soltanto ai grandi nomi delle discipline umanistiche, ma lascia anche il dovuto spazio alle scienze. E così, vari personaggi dalle conoscenze incredibili ci narrano di natura e tecnologia, dell’universo e delle molecole e soprattutto della tecnologia che pensiamo sia di Domani, ma che in realtà esiste già, Ora, proprio come ha detto Frank Ditengou, biologo spaziale. Sostiene infatti che gli astronauti potranno cibarsi soltanto di piante nei viaggi spaziali. Di spazio ci parla anche Ilaria Cinelli, ingegnere biomedico, che invita a non combattere sul nostro pianeta, dato che ne abbiamo uno soltanto, ma piuttosto di esplorare quel che esiste fuori. Poi, ci saluta così: “Dove saremo tra trent’anni? Nello spazio! Ci vediamo presto, su Marte”.

 

Ultimo speaker del Talk è Marco Paolini, che ci fa riflettere su come la natura ci ispira fiducia, mentre la tecnologia ci ispira speranza. Spiega: “Quando vi avvicinate alla sbarra del casello autostradale col telepass, provate fiducia o speranza? La parte superiore del nostro corpo prova fiducia, ma il piede rimane sempre vicino al freno”. Lo stesso concetto viene sottolineato da Elisa Cimetta, ingegnere chimico, che sottolinea che la natura è impareggiabile. L’uomo non può pensare di produrre invenzioni migliori della natura.

 


Cosa ci ha lasciato principalmente questo TEDxPadova? Speranza. Per un futuro migliore, per un’umanità migliore. Per un Domani determinato da noi, Ora, che prendiamo decisioni per migliorarci costantemente.
Al prossimo TED vogliamo vedere molti più soci!

Elena Galletto

Ion Turcanu

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Il Progetto
This MARKETERs Life nasce per essere il punto di riferimento per un life style fresco, cool, intraprendente, stimolante e creativo. In una parola alla "marketers". This MARKETERs Life non ha semplicemente qualcosa da dire, vuole appassionare, creare networking, essere sul pezzo. Un progetto dedicato a chi come noi ama fare cose e pianificare.
Social
Newsletter

This Marketers Life - 2015

made by digimade

Questo sito usa dei cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni leggi la privacy policy. Info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi