Skip to main content
search
DigitalDigital Experience

Warby Parker: l’employer branding al servizio di una startup di successo

da 20 Febbraio 2017Un commento
warby parker employer branding

Come trasmettere gli elementi dell’employer brand nel sito web di un’organizzazione? Il caso di Warby Parker è esemplificativo, e ci mostra perché è così importante valorizzare le attività di employer branding. 

Nell’ultimo articolo abbiamo visto, in chiave ironica, come porre attenzione alle attività di employer branding online. Un efficace employer branding online permette infatti all’azienda di “essere cercata e trovata” dai job seekers risparmiando costi di ricerca e di acquisizione, migliorando i temi di copertura delle posizioni, assicurando una gestione informatizzata delle application ed efficientando dunque i processi di selezione.

Ma come si trasmettono gli elementi dell’employer brand nel sito web dell’organizzazione?

Lo scopriamo insieme a Warby Parker, startup statunitense di successo specializzata nella vendita online di occhiali.

Da noi, valori e cultura diventano realtà

La sezione carriera del sito Warby Parker si apre con le quattro regole che costituiscono le linee guida dell’organizzazione, ne presentano i valori desiderati e le attese di comportamento:

Ci interessiamo ai nostri clienti, ai nostri dipendenti, alla nostra comunità e all’ambiente. Li consideriamo in ogni decisione che prendiamo.

  1. Tratta i clienti come vorresti essere trattato
  2. Crea un ambiente nel quale i dipendenti possano pensare, divertirsi e fare del bene
  3. Nessuna azienda è un’isola: esci da qua
  4. Verde è meglio

culture

La seconda sottolinea in particolare come l’ambiente di lavoro sia in linea con i valori del brand Warby Parker: “pensare in grande” (come sfidare i giganti dell’industria degli occhiali), “divertirsi” (come il processo di acquisto) e “fare del bene” (come la politica “Buy a pair, give a pair”).

E lo fanno sul serio!

Questo è un “un mese nella vita in Warby Parker”:
Black Tie and Burgers: i dipendenti si vestono in completi fantasiosi e cenano in ufficio con un sottofondo di un quartetto classico;
Wine Awesomeness: happy hour settimanale accompagnato da degustazioni di vini a cura di una società di somelier;
Launch party”, per il lancio delle nuove collezioni
So Much Lunch: tre volte alla settimana viene servito cibo etnico, vietnamita, tailandese o specialità locali;
Guest speakers series” porta a parlare in ufficio vari ospiti illustri, ad esempio per parlare di responsabilità sociale d’impresa e diritto del lavoro)

Rimaniamo fedeli alle nostre origini

Il sito procede con la storia della fondazione dell’azienda. Curiosa la scelta del nome, derivante da due protagonisti dei romanzi di Jack Kerouac. Questo aneddoto letterario risulta essere un filo conduttore nello sforzo di branding dell’azienda: i libri vengono spesso usati per entrare in contatto con i clienti e per ricreare un’atmosfera da libreria che ben si allinea con lo spirito del brand.

name

Infatti il box sottostante fornisce dei suggerimenti sulla scelta di libri da leggere e intrattiene così una relazioni con l’utente invitandolo ad entra in contatto con l’azienda o a recarsi presso gli showroom fisici per avere ulteriori suggerimenti.

book

Siamo una B Corporation, e ve lo dimostriamo

L’azienda è certificata “B Corporation” che significa che risponde ai migliori standard sociali e ambientali. In linea con l’immagine di azienda orientata ai sui stakeholder, l’azienda offre numerosi benefits: copertura assicurativi a tutti i dipendenti, politiche di vacanze e assenze flessibili, piano pensionistico, rimborso per le spese di viaggio dei pendolari, occhiali gratuiti per i dipendenti e sconti per amici e familiari e accesso gratuito alla palestra.

E non mancano di farlo vedere.

benefits

Doniamo tanto quanto riceviamo

Un’intera sezione del sito è dedicata al programma sociale “Buy a pair, give a pair”. Non è una mera tattica pubblicitaria ma espressione del credo e dello scopo dell’azienda. Per celebrare il terzo anniversario di Warby Parker, infatti, un gruppo di dipendenti è volato in Guatemala con il programma “Land of Eternal Spring” per visitare una delle organizzazioni no-profit partner.

give

Il servizio alla comunità è nel dna di Warby Parker e dei suoi dipendenti. L’organizzazione, oltre a promuovere attività di volontariato per i dipendenti e per i clienti, sponsorizza una squadra (Go Coyotes!) del campionato locale.

Stefano Caruso

Digital enthusiast, con un passato in H-Farm e AIESEC e un presente nello sviluppo organizzativo. Mi appassiona ideare e utilizzare metodi digitali e innovativi per migliorare il business e far lavorare meglio le persone. Amo leggere, fotografare e perdermi nella natura.

Un commento

  • Stefano Berti ha detto:

    Ciao ragazzi,
    seguo da un annetto circa l’azienda Warby Parker con grande attenzione.
    Dopo aver letto un articolo su linkedin intitolato:”puo’ Warby Parker dar fastidio a Luxottica?”, ho iniziato a seguire l’azienda solamente da lontano.
    Vorrei sapere se per caso e’ legato al Brand Spagnolo Miller and Marc.
    Usano la stessa policy di vendita e hanno le stesse skills del brand Americano.
    Grazie mille.

Lascia una risposta

Close Menu