Skip to main content
search
Lifehack

Cosa pensa un MARKETERs… quando torna in palestra

da 12 Settembre 2016Settembre 15th, 2016Nessun commento
Si sa che il mese di settembre è il mese dei back-to: si torna in ufficio (già a metà agosto ma questo può essere un dettaglio trascurabile), si torna a dare esami, ricominciano le lezioni ma, soprattutto, si torna in palestra.

Ma cosa pensa veramente un MARKETERs quando torna in palestra?

  1. C’è chi, avendo fatto il live tweeting pure di carabina e di dressage durante #Rio2016, crede di essere a posto con lo sport almeno fino a gennaio
  1. Quelli che si iscrivono per primi in palestra sono quelli che hanno preso pochi like nella foto profilo in costume
  1. Era convinto che l’iscrizione si facesse su Eventbrite
  1. Quando i vicini di casa lo vedono uscire per andare in palestra, si chiedono se abbia iniziato a fare il promoter per la Nike
  1. Acquista l’abbigliamento da palestra in base alla palette di colori del suo Instagram
  1. Sa bene che per ottenere dei risultati misurabili bisogna aspettare il medio-lungo periodo
  1. Nel frattempo, acido lattico is the new risultati di breve periodo
  1. La scheda del personal trainer la vede più come un piano editoriale
  1. Abituato a implementare strategie di cross-selling, appena gli amici gli propongono di fare crossfit, dice che deve prima valutarne la fattibilità con il suo manager
  1. Fare squat è come allocare il budget, a nessuno piace ma bisogna farlo
  1. Gli addominali sono come gli snap, basta un panino e si autodistruggono in 24h
  1. In che senso la tartaruga non si inserisce tra il dog e la cash cow nella matrice BCG?
  1. Quando gli dicono di accorciare un muscolo, apre bit.ly
  1. Pensava che Body Tonic fosse un nuovo layout di Windows 365
  1. Usa l’hashtag #workout pure nelle foto dei tramonti perché ha visto che fa engagement
  1. Il riscaldamento è la comunicazione pre-evento, l’allenamento quella durante e lo stretching finale il post-evento
  1. Crede che fare piegamenti possa risultargli utile nel caso in cui capitasse in una task logistica
  1. I bicipiti sviluppati al punto sopra sono necessari anche per tenere alto lo smartphone nei selfie di gruppo senza rischiare la cancrena dell’arto
  1. I mercati sono conversazioni, ma pure le signore in spogliatoio dopo pilates non scherzano
  1. Andare a correre è importante ma che gli amici ti incitino live su Runtastic è l’unica cosa che conta.
Valentina Giusto

Laureata in Marketing e comunicazione, vive tra case, libri, auto, viaggi e fogli di Excel. Se la cercate, di sicuro la trovate su Twitter.

Lascia una risposta

Close Menu