Il Milan, Nivea e Tekitanka: un clamoroso autogol?

Il 21 Aprile si è disputata a San Siro la partita tra Milan e Carpi. Match con una posta in gioco relativamente alta, dato che il Milan cerca un posticino in Europa e il Carpi, in caso di vittoria, avrebbe avuto punti preziosi per la salvezza. Ma la partita non verrà ricordata di certo per le emozioni accadute in campo (SPOILER ALERT: è finita 0-0).

Quello che invece renderà probabilmente memorabile questo incontro è quanto avvenuto prima del fischio d’inizio. Ma torniamo indietro di qualche giorno: il presunto arrivo a Milanello di John Maori, il maestro del Tekitanka.

rituale nivea milan

“Sono arrivato al Milan per insegnare qualcosa di importante, voglio vedere i giocatori dare sempre il meglio di loro stessi, affrontare qualsiasi sfida qualunque essa sia – avrebbe commentato il Maestro, in conferenza stampa -Lavoreremo sulla loro grinta, voi la chiamiate autostima, io sono solito chiamarla Tekitanka, il rituale di ogni uomo”.

Questa scelta, a detta del “Maestro”, servirebbe per aumentare la grinta e affrontare le sfide al massimo. Fondamentale è praticarlo prima dello sforzo atletico sulla falsariga di quanto fanno vedere in campo i giocatori di rugby della nazionale All Blacks della Nuova Zelanda.

Il club stesso ha diffuso dai suoi canali ufficiali la comunicazione dell’arrivo del “Maestro”.

milan nivea fail

Fonte: Account Twitter @acmilan

La campagna è stata accuratamente preparata anche con il coinvolgimento di personaggi noti nel mondo sportivo.

pardo milan nivea fail

Arriviamo adesso alla partita di campionato tra i 7 volte campioni d’Europa e gli uomini di coach Castori. Diverso tempo prima della partita, è successo qualcosa di strano. In campo entrano 11 giocatori vestiti con la maglia del Carpi  e 11 vestiti con la maglia del Milan. Si inizia così a fare il rituale del citato “Tekitanka”.

Prima di tutto, i giocatori del Milan non sembrano i giocatori del Milan (nonostante un biondino del gruppo potesse essere scambiato per Mexes). Secondo, a guardare un po’ meglio, quello che si vede non sembra il classico rituale degli All Blacks. Zoommando la ripresa si può notare che in realtà i “giocatori”… si stanno spalmando la crema. Sullo sfondo, a completare la scena, il marchio di Nivea con i claim “Unisciti a noi” e “Questo è il vostro rituale”.

Il filmato viene quindi pubblicato sui social e, grazie al contributo di diverse pagine Facebook famose nel mondo sportivo (“Calciatori Brutti”, per citarne solo una), il video diventa incredibilmente virale nel giro di 30 minuti.

Screenshot 2016-04-22 14.57.25

Chi è l’artefice, Milan o Nivea? Indubbiamente lo sponsor Nivea, che di recente ha pubblicato spesso nei suoi canali social i video con i giocatori del Milan più rappresentativi, come Montolivo e De Sciglio. Quest’ultima trovata, però, ha fatto discutere. Sembra infatti che Nivea abbia fatto il passo più lungo della gamba (senza prendere il pallone). E a questo punto possiamo anche dirvelo: la storia del fantomatico motivatore della Nuova Zelanda John Maori, arrivato al Milan per insegnare ai calciatori l’haka, sarebbe una bufalaprobabilmente parte della campagna di Nivea che è poi culminata con la sceneggiata in campo.

Le conseguenze: aumentata brand awareness o epic fail?

Come sempre è difficile fare un bilancio a caldo sulle reazioni del “popolo del web”. Ma molti dei commenti che si trovano attualmente in rete non sono proprio positivi. Diverse critiche sono piovute addosso alla scelta di Nivea, da parte di qualsiasi maglia: dai tifosi del Milan, dai tifosi del Calcio, dagli sportivi, dagli amanti della Haka.. e ovviamente da diversi appassionati di marketing.

La scelta di Nivea di entrare in un argomento così difficile, sensibile e delicato come è lo sport (in questo caso addirittura due sport: il calcio e il rugby) potrebbe essersi rivelata un clamoroso autogolPer il brand Nivea si è trattato, poi, di un attacco senza difese.. almeno per il momento. In attesa di sapere se l’azienda risponderà ufficialmente, ti lasciamo con un invito: dicci cosa ne pensi! #UniscitiANoi !

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Il Progetto
This MARKETERs Life nasce per essere il punto di riferimento per un life style fresco, cool, intraprendente, stimolante e creativo. In una parola alla "marketers". This MARKETERs Life non ha semplicemente qualcosa da dire, vuole appassionare, creare networking, essere sul pezzo. Un progetto dedicato a chi come noi ama fare cose e pianificare.
Social
Newsletter

This Marketers Life | 2015-2020

made by digimade

Questo sito usa dei cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni leggi la privacy policy. Info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi