Skip to main content
search
Branding

Quando nasce un brand: dalla brand strategy al lancio sul mercato – La storia di Flee

da 21 Dicembre 2020Dicembre 23rd, 2020Nessun commento
Flee noleggio

Come si fa a costruire un brand di successo? L’obiettivo di ogni marchio nascente è quello di essere riconosciuto e apprezzato dal proprio pubblico, e di resistere alla concorrenza e ai cambiamenti del mercato nell’arco degli anni.

Cosa non semplice, se si considera che ogni brand è il risultato della combinazione di più variabili che devono essere pianificate e combinate in maniera strategica: prodotto, comunicazione, marketing, customer care; sono tutte componenti essenziali di ogni brand che si rispetti, ma ognuna di esse richiede uno studio e una progettazione adeguati e ponderati nel lungo termine.

Brand Strategy: la chiave di successo di ogni brand

La chiave di successo di ogni nuovo brand, quindi, è stilare una Brand Strategy, ossia stabilire quali sono le caratteristiche principali del brand per poterlo poi comunicare al mondo:

  • Qual è l’identità del brand
  • Cosa vuole diventare
  • Qual è lo scopo che vuole raggiungere
  • Come comunicarne l’essenza e le attività agli altri

Avere ben chiaro qual è la propria Brand Strategy e come concretizzarla nel tempo è il primo passo da compiere quando si desidera lanciare un nuovo prodotto o servizio sul mercato.

Quando nasce un brand: il caso Flee

Lo sa bene il team di Flee, brand di noleggio a lungo termine che è da poco approdato nel settore della mobilità, e che con meno di un anno di vita fa già parlare di sé.
Flee è un progetto nato dalla volontà del Gruppo Aon, leader mondiale del mondo Insurance, di sperimentare un mercato diverso dal proprio ma affine: così la multinazionale di ambito assicurativo ha lanciato un nuovo marchio che si occupa di noleggio a lungo termine a consumo.

Con un Gruppo di società solide alle spalle, Flee è composto da un team di figure professionali ognuna delle quali specializzata in un diverso aspetto funzionale del progetto – prodotti, servizi, marketing, comunicazione e consulenza – e guidate dall’esperienza di Gabriele Ratti, Direttore di Aon Mobility Solutions.

E proprio come ogni progetto innovativo, Flee porta con sé un’idea fresca e originale di business che intende rispondere alle nuove esigenze degli utenti della strada.

Non solo la pandemia in corso, ma anche l’avvento di nuovi servizi di mobilità hanno trasformato le aspettative di chi si sposta per piacere o per lavoro. Oggi gli automobilisti chiedono una mobilità sostenibile, non solo in termini di consumi ma anche di impatto sul bilancio familiare; vogliono un servizio facile e comodo da gestire e si aspettano un customer service efficiente e disponibile.

flee noleggio

Un servizio flessibile, digitale e sostenibile

Flee ha messo a sistema tutte queste esigenze e ne ha ricavato una rata flessibile, che comprende una quota fissa e una variabile in base all’utilizzo del veicolo, una piattaforma digitale per scegliere il servizio di noleggio a lungo termine direttamente online e contattare in modo rapido l’assistenza clienti, e un parco auto composto solamente da auto Euro 6, ibride ed elettriche. L’approccio digital è ciò che fa la differenza grazie all’esperienza utente fluida e intuitiva, l’accesso rapido e agile all’assistenza attraverso la live chat e l’ottimizzazione per mobile che consente di portare Flee sempre con sé, anche fuori casa.

Come ogni brand in fase di partenza, Flee ha quindi già ben chiaro quali siano i propri punti di forza e i propri elementi di differenziazione.

Ma quali prospettive prevede per il futuro la sua brand strategy?

Nel cassetto del team di sviluppo del progetto c’è il sogno di trasformare Flee in un collettore di servizi di mobilità e in uno strumento ancora più smart e digitale, che un giorno sarà in grado di suggerire quale servizio farà al caso dell’utente, di monitorare il suo comportamento alla guida premiando gli automobilisti esemplari e di fornire piani di welfare ai dipendenti delle aziende.

This Marketers Life

I ragazzi della redazione: curiosi, volenterosi di mettersi in gioco, amanti del lavoro di squadra, pianificatori, marketing addicted.

Lascia una risposta

Close Menu