Skip to main content
search
Business&SocietyMarketing

88th Academy Awards: il Marketing degli #Oscars

Anche quest’anno gli Oscar sono arrivati, ci hanno accompagnato per una lunga nottata e sono finiti. Nell’attesa dell’edizione numero 89, vediamo quali sono stati gli highlight markettari della serata a tema cinematografico più attesa (e spesso controversa) a livello internazionale.

Non c’è dubbio sul fatto che gli Academy Awards siano un ottimo spunto di riflessione per tutti gli interessati al mondo del marketing. Quest’anno forse più che i precedenti, gli Oscar si sono rivelati inoltre un evento incredibilmente social. Già dal red carpet, trasmesso a partire dalle 22:45 ora italiana, le reazioni e i commenti su Twitter sono stati innumerevoli: si parla di 3.9 miliardi di visualizzazioni totali dell’hashtag #Oscars, immancabilmente accompagnato dall’emoji della celeberrima e ambitissima statuetta dorata.

Twitter Data su Twitter Twitter total audience 3.9B views of Oscars Tweets on off Twitter based on 24.2m Tweets inc .pre post show https t.co rH1KLuTAR8

A trasmettere l’evento in Italia è stato il canale Sky Cinema Oscar, che ha concesso l’esclusiva anche in chiaro all’ex MTV, ora TV8. Ciò ha fornito una grande opportunità per Sky, che ha avuto l’occasione di aumentare la propria visibilità – anche grazie all’hashtag #SkyCinemaOscar, che ha permesso agli utenti di esprimere le proprie preferenze sui premi e sulle candidature.

sky cinema oscar

Sky non è stato, tuttavia, l’unico brand protagonista della serata. La notte degli Oscar, infatti, è stata il trampolino di lancio per la sponsorizzazione a livello globale di marche come Lexus, Samsung, Vanity Fair e (chi l’avrebbe mai detto?) Girl Scout Cookies. Vediamo come è andata.

LEXUS

Il brand automobilistico di lusso Lexus, in collaborazione con il canale televisivo ABC, è stato presente sul tappeto rosso degli Academy Awards durante tutta la serata. Il ruolo del marchio, di proprietà della casa Toyota, è stato quello di promuovere l’hashtag #RedCarpetRedefined, con lo scopo di permettere agli utenti dei social network di “ridefinire” alcuni momenti importanti della storia degli Oscar. Un esempio? Sul sito della ABC, in cui sono presenti moltissimi contenuti sponsorizzati da Lexus, si può leggere un articolo sulla carriera di Rachel McAdams e sulla sua nomination come miglior attrice non protagonista.

Come si collega questa partnership alla strategia di marketing di Lexus? Lo scopo che il brand si è proposto, non solo come vision ma anche come payoff, è quello di ridefinire l’idea di auto di lusso, apportando modifiche più tecnologiche, moderne e sostenibili ai suoi classici modelli – un esempio è la Lexus RX 450h hybrid F SPORT. Quale vetrina migliore degli Oscar, in cui si è tanto parlato di innovazioni come i video a 360 gradi e la realtà aumentata, per promuovere questa nuova orientation?

red carpet redefined lexus

SAMSUNG

A proposito di realtà aumentata (nota anche come VR, dal termine inglese virtual reality), Samsung non poteva certo non rappresentare questa innovativa finestra sul futuro alla premiazione cinematografica più famosa del mondo – d’altronde, se il 3D non è più una novità, il mondo del cinema potrebbe essere presto stravolto da questa nuova tecnologia, che sta facendo parlare di sé già da qualche tempo.

Samsung, quindi, è riuscito ad ottenere il primo spot della serata con un minuto e mezzo di video pieno zeppo di celebrità: Lil Wayne, Wesley Snipes, Doc Rivers, James Harden, e William H. Macy, infatti, sono alcuni dei nomi presenti nella pubblicità che presenta il nuovo telefono Galaxy S7 e, allo stesso tempo, promuove il Samsung Gear VR per la realtà aumentata.

VANITY FAIR

La tecnologia, però, non finisce qui. Vanity Fair, infatti, ha dato la possibilità a tutti gli amanti del cinema che non hanno potuto partecipare alla premiazione di osservare il Red Carpet e l’interno del Dolby Theater attraverso dei video a 360 gradi

I filmati interattivi hanno portato quindi gli spettatori da casa “a passeggio” dietro le quinte degli Academy Awards, naturalmente in compagnia con Snapchat. Vanity Fair, infatti, è stato anche l’organizzatore dell’after party, di cui abbiamo potuto vedere gli snap (con gli immancabili geofiltri ad hoc) nella sezione Live dell’app – per la prima volta su desktop, invece, era possibile vedere la storia degli Oscar.

oscars-swl-vanity-fair-jlo

GIRL SCOUT COOKIES

A volte, essere la figlia del presentatore degli Academy Awards può tornare utile. Chris Rock, infatti, non si è limitato solo a portare sul palco della premiazione argomenti importanti e recenti come gli #OscarsSoWhite (hashtag riferito alla mancanza di nomination di attori di colore) e #BlackLivesMatter, ma ha anche dedicato qualche minuto del suo tempo per promuovere i famosi biscotti delle Girl Scout americane, di cui sua figlia fa parte.

Il risultato? Il ricavato ottenuto dalla vendita dei biscotti ha raggiunto i 65,243 dollari, senza un singolo centesimo speso per la promozione. Inoltre, anche l’engagement sui social ha raggiunto le stelle – i profili Instagram e Twitter delle Girl Scout hanno ricevuto un altissimo numero di interazioni sui loro post, che ritrevano le celebrità presenti al Dolby Theater nell’atto di gustare i deliziosi dolcetti.

How Chris Rock Turned Girl Scout Cookies Into the Oscars Biggest Brand Winner Adweek

Actor Chris Rock prent the amount of money collected by the Girl Scouts on stage at the 88th Oscars on February 28, 2016 in Hollywood, California. AFP PHOTO / MARK RALSTON / AFP / MARK RALSTON (Photo credit should read MARK RALSTON/AFP/Getty Images)

INSTANT MARKETING

Gli Oscar sono anche stati un’altra ghiotta occasione per tutti quei brand che vogliono fare instant marketing, ovvero approfittare degli eventi più recenti per fare della comunicazione. Il problema è riuscire a creare dei contenuti intelligenti e non scontati, senza cadere in qualche gaffe. Per quanto riguarda questa edizione degli Academy Awards, abbiamo raccolto alcuni dei nostri instant post preferiti – in senso positivo e negativo. Da notare l’altissima quantità di riferimenti a Leonardo DiCaprio, che ha finalmente conquistato l’Oscar come miglior attore.

Noi vi proponiamo qui sotto alcune immagini che ci hanno colpito; se avete qualche segnalazione particolarmente interessante che può esserci sfuggita, non esitate a contattarci!

taffo di caprio oscar

barilla oscar 2016

ceres oscar 2016

lego oscar di caprio

oscar di caprio tempo

Rebecca Boetti

Lettrice appassionata e pianificatrice seriale, amo scrivere e giocare con le parole (e i cruciverba). Tra un aggiornamento dell'agenda e l'altro, ho sempre un libro in mano e un nuovo progetto creativo in testa!

Lascia una risposta

Close Menu