Gay Pride 2020: le iniziative dei brand per spingere il cambiamento

A Giugno i brand si sono tinti di arcobaleno. È stato così anche in questo strano 2020 in cui, a causa delle restrizioni imposte dal lockdown, molti eventi organizzati in occasione del Gay Pride 2020 hanno traslocato dalle strade al web. Sono tante le aziende e le piattaforme social che hanno fatto sentire la propria voce a sostegno della comunità LGBTQI+ e hanno ricordato quanto sia importante sentirsi liberi di amare chi si desidera, superando le discriminazioni che ancora persistono, in forme diverse, in molti paesi.

 

Da Stonewall al 2020, un lungo cammino da percorrere

A più di mezzo secolo da Stonewall, considerato simbolicamente il momento di nascita del movimento di liberazione gay moderno in tutto il mondo, molte ricerche descrivono ancora oggi una realtà dominata da pregiudizi e stereotipi verso le persone omosessuali, anche nei paesi occidentali e progressisti. Lo conferma, per esempio, un rapporto realizzato dall’Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali, pubblicato a maggio 2020, che ha esaminato le opinioni di quasi 140mila persone che si identificano come gay, lesbiche, trans o intersex nei 27 stati membri dell’Unione Europea, nel Regno Unito, in Macedonia del Nord e in Serbia. “A long way to go for LGBTI equality“, questo il titolo dello studio, riporta dei dati molto significativi in questo senso: due intervistati su cinque hanno dichiarato di aver subito molestie a causa del proprio orientamento sessuale, mentre uno su cinque ha confessato di sentirsi discriminato sul lavoro. Si tratta di dati per niente rassicuranti, soprattutto se si considera che sono stati raccolti in paesi dall’ordinamento democratico.

L’impegno dei brand: scelta etica o operazione di marketing?

Restano ancora molti i passi da fare per superare le disuguaglianze e vincere i pregiudizi. Lo sanno bene anche alcuni grandi brand internazionali che da diversi anni si sono schierati apertamente al fianco della comunità LGBTQI+ lanciando, nel mese del Pride, attività di marketing e comunicazione dedicate alla valorizzazione delle differenze. 

A spingere le aziende in questa direzione non sono, però, solo motivazioni di carattere etico. Per molte si tratta di una precisa scelta in termini di posizionamento strategico: sono numerose infatti le realtà che negli ultimi anni hanno deciso di dedicarsi ad iniziative di corporate social responsibility. Un’operazione che si è dimostrata il più delle volte conveniente sia in termini economici che reputazionali. Secondo una ricerca dell’agenzia internazionale Zeno Group, nelle scelte d’acquisto quotidiane i consumatori privilegiano le aziende che prendono posizioni chiare su temi di rilevanza sociale. 

Gli strumenti a disposizione delle aziende per sostenere una causa sono tanti e svariati, dal lancio di linee speciali di prodotto alle donazioni a favore di associazioni benefiche. Vediamo quelle scelte quest’anno da alcuni brand in Italia e all’estero per sostenere il Gay Pride 2020. 

A Giugno le collezioni diventano rainbow

L’arcobaleno è sicuramente il simbolo della comunità LGBTQI+, che viene esibito dai partecipanti al Pride nella ormai celebre “rainbow flag“ e come decorazione sul corpo e sugli abiti. Un simbolo che non poteva passare inosservato agli occhi di molte aziende che hanno cominciato a farlo proprio in varie forme, dalla personalizzazione del logo al lancio di linee di prodotto dedicate, come hanno fatto, ad esempio, alcuni brand di abbigliamento. 

La capsule collection Pride 2020 e i 9 modelli della campagna #ProudinmyCalvins

Calvin Klein pone già da tempo la sua attenzione all’apertura e al dialogo con le diverse comunità, compresa quella LGBTQI+, in un perfetto esempio di brand activism, e #ProudInMyCalvins è stata lanciata già a metà maggio.

In questo tweet, ma anche sul sito del brand, si legge che «Calvin Klein sostiene con orgoglio la missione di uguaglianza LGBTQ+ di OutRight Action International e il suo lancio di un Fondo di risposta alle emergenze COVID-19 per la comunità LGBTQ+», con il lancio della collezione Pride 2020, fatta di capi di abbigliamento minimalisti, anche abbastanza classici, con dettagli tie-dye e la presenza del simbolico arcobaleno di colori su ciascuno di essi.

Per la relativa campagna il brand ha scelto 9 «musicisti, artisti e trendsetter della comunità LGBTQ+»: Ama Elsesser, Reece King, Tommy Dorfman, Gia Woods, Mina Gerges, Jari Jones, Pabllo Vittar, Chella Man e MaryV.

Sul sito sono presenti anche diverse citazioni degli stessi modelli.

Queste citazioni, insieme agli altri materiali realizzati per #ProudInMyCalvins, esaltano quello che è il tema centrale della campagna, presentato dal fotografo che l’ha scattata, Ryan McGinley, come un voler esaltare l’unicità del singolo individuo. «Con un cast e una troupe che coprono l’intero spettro LGBTQ+ – ha aggiunto McGinley in una dichiarazione ufficialeabbiamo voluto assicurarci che l’intera comunità si senta rappresentata, inclusa e celebrata».

Il racconto di ciò che rende ciascuno dei modelli scelti unico è stato realizzato sia in formato video, con numerosi caricamenti sul canale YouTube di Calvin Klein, sia in formato testuale nel copy delle condivisioni sui social.

La linea Pride di Converse

Il marchio di scarpe Converse, quest’anno ha presentato la sua nuova linea dedicata all’inclusione ispirata al tema “More color, More Pride”: un arcobaleno allargato che quest’anno presenta due righe in più, una nera e l’altra marrone, per celebrare le persone queer nere.

“From PUMA with love”

Collezione rainbow anche per il brand di abbigliamento sportivo Puma che quest’anno per il Gay Pride 2020 ha scelto come testimonial la modella, attrice e attivista per i diritti gay Cara Delevingne, che ha contribuito tra l’altro al design dei capi.
From PUMA with Love“ – è questo il titolo scelto per la linea – è un tripudio di colori: tredici diversi capi “da indossare con amore”, come lascia intendere il brand attraverso la propria campagna. 

“Use your voice”: l’invito e la nuova campagna di Levi’s per il mese del Pride 2020

«Scopri chi sei, usa la tua voce e condividi ciò con il mondo»: con questa frase il marchio di abbigliamento introduce in un breve spot la campagna ideata per il mese del Pride di quest’anno e la collezione “Levi’s Pride 2020“. Per l’occasione, in collaborazione con Self Evident Truths, Levi’s ha presentato un progetto fotografico realizzato da iO Tillett Wright che ha coinvolto «10.000 individui che si identificano in qualcosa di diverso dall’eteronormativo», come si può leggere sul sito aziendale.

«La tua voce è diversa dalla mia ed è quella la bellezza», spiega una delle voci presenti nel video della campagna che invita a raccontare la propria storia, anche perché «se tutti parliamo, diventiamo un coro impossibile da ignorare», dichiara un’altra. In un’iniziativa di supporto alla comunità LGBTQI+, l’azienda ha così deciso di offrire il 100% dei ricavi di questa collezione a OutRight Action International, organizzazione no profit che si occupa della difesa e della promozione dei diritti di questa comunità nel mondo.

La collezione prende spunto dalla «resilienza e dalla bellezza di una comunità che fa sentire la propria voce dinanzi alle ingiustizie istituzionali», si precisa nella presentazione della campagna: oltre a t-shirt, giacche e accessori a tema (dove i colori dell’arcobaleno sono ricorrenti) c’è anche la novità delle chaps che rendono questa collezione ancor più «fuori dal comune»

Come si legge sul sito aziendale, «indipendentemente dall’età, dal paese d’origine, dal punto di vista politico […] “Use your voice” è ricordare che ognuno di noi ha un potere interiore che può innescare il cambiamento».

La collezione di Sodastream per il mese del Pride

Doppio messaggio positivo per Sodastream, marchio leader nella produzione e distribuzione di sistemi di gasatura domestica di acqua e bevande: per il Gay Pride 2020 l’azienda ha lanciato la speciale collezione For the Love of Tomorrow, un kit colorato e riutilizzabile che celebra l’amore e rimarca l’importanza di uno stile di vita sostenibile dal punto di vista ambientale. 

Apple Watch e Nike insieme per il Pride 2020

Grazie alla collaborazione con Nike, quest’anno Apple Watch presenta due diversi cinturini rainbow per celebrare il Pride. Al celebre Sport Pride Edition – quest’anno in un design arcobaleno a righe verticali – è stato affiancato il nuovo Nike Sport Pride Edition: una versione pensata in collaborazione con Nike per sostenere insieme la comunità LGBTQI+. I due nuovi cinturini sostituiscono la versione dello scorso anno e sono entrambi abbinabili ai quadranti arcobaleno con watchOS 6.2.5.

Nike Be True

Parliamo nuovamente di Nike, ma stavolta per raccontare la collezione 2020 dedicata al Pride: BeTrue. Un inno all’autenticità, che si riflette in una serie di capi colorati e dal design innovativo con cui Nike invita i consumatori alla solidarietà e al rispetto per la diversità.

#PrideNotPrejudice: l’iniziativa di Coca Cola

Nell’epoca del social distancing le iniziative di marketing dedicate al Pride sono state pensate soprattutto per i canali online: i brand hanno dovuto impegnarsi ulteriormente per raggiungere in modo efficace gli utenti a casa. Lo ha fatto per esempio Coca Cola, che per il Gay Pride 2020 ha puntato molto sulla formazione con l’iniziativa #PrideNotPrejudice, una serie di talk online pensati per promuovere la consapevolezza sulle tematiche LGBTQI+. Al fianco del brand, a rispondere alle domande degli utenti sul tema la youtuber @Murielxo, da tempo impegnata per promuovere la libertà di espressione, e l’associazione Arcigay, attiva in programmi di formazione dedicati agli studenti.

La campagna per il Pride di Spotify

Grande attenzione ai contenuti online anche per Spotify, che quest’anno in occasione del Pride ha lanciato la campagna globale “Unlike Any Other. La nota piattaforma di streaming musicale ha coinvolto una serie di artisti attivi in tutto il mondo mettendoli in contatto con i fan attraverso le loro opere e con dei podcast dedicati, per sottolineare l’importanza dell’essere unici e tutti diversi. 

Gay Pride 2020: l’inclusione viaggia sul web attraverso gli hashtag

Per il Pride rigorosamente online del 2020 le iniziative social dedicate alla diversity sono state tante e spesso molto creative. 

#ioamo di Cosmopolitan Italia

Cosmopolitan Italia, per esempio, ha celebrato il mese del Pride con la campagna #ioamo, un hashtag concepito per condividere foto e pensieri dedicati all’amore libero da ogni pregiudizio.

A completare l’iniziativa, una serie di interviste sul tema in diretta live e un contenuto di approfondimento sul sito dedicato alla storia e al significato di questa manifestazione. 

Instagram, #ShareWithPride

Anche il social di Mark Zuckerberg ha deciso di celebrare il Gay Pride 2020 con una serie di novità. Prima fra tutte l’introduzione di nuovi adesivi e di una speciale cornice, la Pride Frame. A dare più forza al messaggio di Instagram hanno contribuito poi il cerchio arcobaleno che incornicia le Stories e l’uso del colore per sottolineare alcuni hashtag a tema, come #loveislove e #virtualpride.
L’hashtag scelto da Instagram per dar voce alla sua campagna e raccontare il Pride 2020 è stato #ShareWithPride, con il quale la piattaforma social ha invitato alcuni noti content creator a condividere i loro look creativi realizzati per l’evento.

https://www.instagram.com/p/CB83HJ9MZ7L/?igshid=rlpka43nat5j

Numerose quindi le iniziative e le campagne lanciate per questo Pride 2020, che si conferma un’occasione importante per i brand per far sentire la propria voce su un tema così attuale e comunicare con i fan in modo originale.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Il Progetto
This MARKETERs Life nasce per essere il punto di riferimento per un life style fresco, cool, intraprendente, stimolante e creativo. In una parola alla "marketers". This MARKETERs Life non ha semplicemente qualcosa da dire, vuole appassionare, creare networking, essere sul pezzo. Un progetto dedicato a chi come noi ama fare cose e pianificare.
Social
Newsletter

This Marketers Life | 2015-2020

made by digimade

Questo sito usa dei cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni leggi la privacy policy. Info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi