Fare musica nel 2020: il potere di avvicinare ciò che il distanziamento sociale allontana

Il 2020 sarà un anno davvero faticoso per il settore musicale: con le manifestazioni rimandate o cancellate, questo mercato globale, che nel 2019 ha fatturato più di 20 miliardi di dollari, sarà messo a dura prova anche nei prossimi mesi.
Molti artisti, oltre a stare vicino ai propri fan attraverso i diversi media digitali, si sono fatti portavoce di questo settore in difficoltà, appellandosi alle istituzioni e organizzando eventi benefici. Perché se c’è una cosa che la musica sa fare, questa è riunire le persone.

 

Come è cambiata la fruizione della musica?

In questo periodo così particolare, la musica ci accompagna nelle nostre giornate in diversi modi.
A dispetto di quanto si potrebbe essere portati a credere, il comparto dello streaming musicale sta riscontrando in questi giorni un trend negativo, che gli esperti attribuiscono a fenomeni come la riduzione del pendolarismo e una preferenza di diverse modalità di fruizione.

Stando a casa infatti è possibile ascoltare musica diversamente da come faremmo in una comune giornata lavorativa in ufficio: dalla TV al web, sono numerosi i media che ci offrono la possibilità di un’esperienza concreta, dove le proposte spaziano dai concerti ai contenuti inediti.

 

La musica passa anche per la TV

Interessante è stata la decisione della RAI di modificare il proprio palinsesto inserendo alcuni concerti e show dei più amati cantautori italiani: da Laura Pausini ad Andrea Bocelli, passando per Fiorella Mannoia, questa scelta ha riportato ottimi risultati a livello di share e apprezzamento del pubblico.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Laura Pausini Official (@laurapausini) in data:

 

Nuove possibilità artistiche

Gli artisti in primis stanno scoprendo nuove modalità creative e di diffusione attraverso i media digitali. Scopriamole insieme.

 

Le uscite durante il lockdown

Non si ferma il rilascio di nuovi singoli anche in un momento così di crisi per il settore musicale.

La cantante Annalisa, ad esempio, ha scelto una soluzione interessante per promuovere il suo nuovo pezzo, Houseparty: non potendo registrare il video di promozione, si è affidata al cartone animato per raccontare il brano attraverso un mezzo alternativo e d’impatto.

 

Il boom di TikTok

Il 2020 sarà sicuramente fortunato per questo social amato dai più giovani, ma non solo: qualche giorno fa è stato reso noto che l’app ha superato i 2 miliardi di download, di cui 315 milioni solo nel primo trimestre di quest’anno.

Anche i cantanti conoscono bene le potenzialità di questo strumento, incorporandolo nella propria strategia di promozione.
Drake si è servito proprio di questo mezzo per far conoscere al pubblico il suo nuovo pezzo “Toosie Slide”: il merito va al noto ballerino Toosie, a cui si deve il nome del brano, e alla coreografia che è diventata subito virale portando 4.7 miliardi di visualizzazioni all’hashtag #ToosieSlide.

Anche in Italia questo social funziona: canzoni come Good Times di Ghali e Auto Blu di Shiva e gli Eiffel 65 stanno facendo scatenare numerosi utenti che si cimentano in coreografie e video sulla piattaforma (canzoni che riscuotono enorme successo anche su Spotify).

@toosietoosieToosie Slide ! 🕺🏾💨##ToosieSlide ##fyp ##foryoupage ##xyzbca ##dance ##foryou ##toosie ##themhitsdontmakenosense♬ original sound – toosietoosie

 

Contenuti inediti e Live su Instagram

Chi durante la quarantena non ha seguito un live show su Instagram? Numerosi sono infatti i cantanti che si sono cimentati in questa pratica di engagement delle proprie community, a partire da Lorenzo Jovanotti, che con i suoi “Jova House Party” ha fatto divertire tutti i suoi follower insieme a numerosi amici.
successo evidente quello dell’iniziativa, testimoniato anche dall’aumento dei follower dell’artista su Instagram.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da lorenzojova (@lorenzojova) in data:

 

Non solo cantanti

Anche numerosi DJ internazionali si sono cimentati in dei live show al fine di una raccolta fondi: è nato così Streaming From Isolation, un’iniziativa di Boiler Room dove numerosi producer si esibiscono dalla propria abitazione in una campagna di fundraising a supporto di The Global FoodBanking Network, associazione che si occupa dell’approvvigionamento di cibo per le persone in difficoltà.

 

Numerose attività benefiche

In un periodo così difficile non sono mancati infatti episodi di beneficenza.

A livello italiano l’attività più importante è stata sicuramente quella di Musica Che Unisce, una serie di interventi musicali a supporto della Protezione Civile.
Trasmessa il 31 marzo su RAI 1, la manifestazione ha coinvolto un numeroso cast di cantanti e musicisti italiani, raccogliendo quasi .

Su scala internazionale troviamo invece il grande successo di One World: Together at Home, l’evento curato da Lady Gaga in collaborazione con l’associazione attivista Global Citizene l’Organizzazione mondiale della Sanità.

La kermesse, trasmessa a livello mondiale da tv e streaming, ha riscosso un enorme successo, con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico al supporto del personale medico-sanitario, ottenendo donazioni per un valore di 127,9 milioni di dollari devoluti a favore dell’Oms.

 

Quale futuro aspetta il comparto musicale?

Questo è sicuramente un anno che metterà a dura prova il mercato della musica: secondo Assomusica la battuta d’arresto dovuta all’emergenza sanitaria provocherà in Italia danni economici pari a 350 milioni di euro solo per i concerti e i live show.

C’è chi potrebbe esprimersi negativamente nei confronti dei cantanti che “donano” la propria musica al pubblico in questo periodo, reputando il gesto come una perdita di valore di quest’arte o come controproducente per la ripartenza del mercato musicale: a mio avviso, in un momento storico così particolare, la solidarietà e la vicinanza emotiva che si instaurano tra persone fisicamente distanti, ma unite dal potere della musica, costituisce un bene prezioso ed un punto di partenza per la ripresa.

 

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Il Progetto
This MARKETERs Life nasce per essere il punto di riferimento per un life style fresco, cool, intraprendente, stimolante e creativo. In una parola alla "marketers". This MARKETERs Life non ha semplicemente qualcosa da dire, vuole appassionare, creare networking, essere sul pezzo. Un progetto dedicato a chi come noi ama fare cose e pianificare.
Social
Newsletter

This Marketers Life | 2015-2020

made by digimade

Questo sito usa dei cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni leggi la privacy policy. Info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi